Il turismo dell’Expo

Il turismo dell’Expo

Milano ospiterà uno degli eventi più importanti del mondo, si parla di Expo, una fiera che avviene ogni 5 anni e tratta temi moderni, il tema di quest’anno è il cibo. Cibo sano, e promozione di una maggiore consapevolezza verso metodi alternativi e StartUp italiane, cercare di far conoscere la parte sana del nostro paese. Questa è una vera e propria vetrina mondiale, la nostra grande occasione per dimostrare cosa sappiamo fare, e giustamente proprio perché il nostro paese è conosciuto in tutto il mondo per il buon cibo che binomio migliore ci potrebbe mai essere. Cibo e Italia, per cui si spera che ci saranno sei mesi davvero molto proficui.

Per la città di Milano tutto questo significa tantissimo, sia da un punto di vista turistico che commerciale, la città ha quindi speso molto tempo nel preparare meticolosamente la fiera, preparandosi ad una affluenza di milioni di persone, ma purtroppo non sono solo rose, ma ci sono molte spine. Ritardi, sbagli e incompetenze di varia natura hanno davvero rischiato di mandare a monte tutto quanto, molti giornali stranieri non hanno nemmeno speso una sola parola su questo evento, che ha come motivo principale l’alimentazione, con a seguito sponsor del tutto discutibili.

Ora, si ci sarà molto turismo, ma quanto effettivamente? Non abbiamo ancora avuto dati ufficiali di quanti e chi visiterà l’evento, ci accontentiamo di una prima risposta però che arriva da Momondo, effettuando delle ricerche in maniera da valutare che paesi arriveranno con u affluenza maggiore al nostro Expo. Con grandissima nostra sorpresa, l’Olanda, Turchia, Francia e Norvegia, sono tra i turisti che vedremo più spesso, mentre Cina, Regno Unito e USA non hanno dimostrato così tanto interesse, strano a dirsi.

Cosa abbiamo sbagliato?

Le prime notizie quindi non sono le migliori, e anche se crediamo che le stime finali siano ben diverse, perché ad esempio, mancano nomi come la Russia e il Giappone, quindi speriamo di poterci rifare. Forse il problema del mancato interesse dipende dalla completa mancanza da parte nostra di una linea logica per molte scelte prese, a partire dagli sponsor, come detto all’inizio, sembra proprio strano che un Evento di portata mondiale avente com tema principale il cibo, sia ottima occasione di vetrina del nostro paese, rappresentato così miseramente da corporazioni come la coca-cola e il McDonald, sembra propio come tradire i principi dell’evento in se.

Gli sponsor sono importanti, e forse per questo evento sarebbe stato più saggio valutare attentamente le possibilità di sponsor con attinenza maggiore, senza rischiare in questo modo di esser ridicolizzati. Cercando di rimanere comunque ottimisti, si tratta di una grande opportunità per il nostro paese, e speriamo che i feedback delle visite dei turisti saranno positivi per la maggiore, che il nostro cibo e la nostra atmosfera, li convinca di quanto prezioso è il nostro paese, ricco di menti giovani e fertili.